Vi racconto come ho iniziato…

   Invia l'articolo in formato PDF   

Stiamo raccogliendo in questa pagina dei brevissimi testi di insegnanti della nostra associazione che raccontano cosa è accaduto questa mattina.

Non possiamo avvicinarci, non possiamo toccarci… dobbiamo stare lontani: mascherina, gel disinfettante, distanze, banchi fissi.
Il Plesso di Scarmagno ha trovato un nuovo modo di stare insieme. Ogni persona della scuola, bambini e adulti, ha portato un nastro colorato lungo un metro e lo ha legato a quello di un’altra.
Ciascuno “si è legato” agli altri, facendo un’esperienza collettiva di avvicinamento.
(Scuola primaria “Olivetti” – Scarmagno)

Grazie bambini per l’energia che ci date ad andare avanti!
I vostri sguardi sorridenti,i vostri racconti dell’estate trascorsa,il calore umano che ci trasmettete anche se distanziati!
Tutti noi e voi avevamo bisogno di rincontrarci per continuare il cammino scolastico, mai interrotto!
Grazie a Voi perché siete la linfa vitale per noi insegnanti!
(Scuola primaria classi I-IV – Cuorgnè)

Noi ci siamo ispirati agli haiku giapponesi.
Eccone uno:
Eco di bimbi ridenti
Riflessi di luce nel buio
Quest’anno
le mascherine si divertono.

(Primaria San Bernardo classe IV – Ivrea)

Questa mattina siamo partiti …
I bambini hanno ascoltato con attenzione ed interesse le nuove regole di comportamento che, peraltro, molti già conoscevano.
A casa, i genitori hanno fatto un ottimo lavoro preparandoli alle tante novità che li aspettavano.
Entrando in classe ognuno di loro ha portato una piccola piantina che renderà più bella la nostra aula.
Durante l’anno se ne prenderanno cura e ne saranno responsabili.
Erano sereni e felici.
(Scuola primaria – Pavone Canavese)

Li abbiamo accolti nel cortile della scuola primaria tutte le insegnante munite di magliette con sopra disegnato uno smile perché sotto la mascherina c’era il nostro sorriso per loro.
(Scuola primaria – Pavone Canavese)

L’ansia di noi insegnanti nell’ accogliere i bambini con la visiera e mascherina è svanita con una battuta …sembrate delle astronauti …e tutti a ridere …I bambini sono fantastici…
(Scuola dell’Infanzia – Scarmagno)

Finalmente siamo tornati a scuola, l’ansia del come sarebbe andata è svanita da subito, il primo bambino sulla porta ha fatto sparire ogni dubbio ed ogni paura.
Grazie bambini perché oggi, come sempre, nel vostro piccolo, avete dimostrato di essere “grandi”
(Scuola dell’Infanzia – Loranzè)

Finalmente insieme: occhi brillanti, bocche sorridenti, l’impazienza di raccontare e raccontarsi:
“Io in questi giorni ho giocato con la mia sorellina, che era una bambola, che si chiamava Alice perché mi sentivo sola….”
” Il mio papà stava preparando una torta per la nonna malata che adesso sta bene. Io le ho portato una bambola che si chiamava come me. Mi è mancata tanto la scuola, ci volevo venire….”
“Guardate…..( Fa vedere ai compagni come salta e fa acrobazie)….”.
Quante emozioni tutte insieme, quanto calore e gioia da condividere e con le colleghe capiamo quanto questo lavoro ci arricchisce e quanto è labile il confine tra insegnante e discente.
(Scuola dell’infanzia – Mercenasco)

Bambini Magici
Buongiorno, bambini. Sono Felice di ritrovarci insieme in aula e… con un nuovo compagno. Uno ha dovuto trasferirsi, ma abbiamo imparato che potremo condividere del tempo con lui attraverso la piattaforma Google Meet.
Cosa provate voi?
Tutti esprimono felicità nel ritrovare i compagni e le maestre; il nostro nuovo compagno ci dice di sentirsi bene ed è felice di essere uno di noi; un altro compagno dice: “Prima pensavo che la scuola era brutta, invece adesso penso che è bellissima e non vedevo l’ora di tornarci!”.
Altri raccontano delle loro vacanze dai nonni, al mare, in montagna o a casa; di quanti soldi ha portato il topolino dei denti… con un forte desiderio che li ha accomunati lungo l’estate: rientrare in classe
Questo, e “solo” questo, è ciò che abbiamo sentito il bisogno di condividere gioiosamente e liberamente questa mattina.
(Scuola primaria – classe IIB – Strambino)

Scuola e classe nuova per me…passaggio alla scuola primaria per loro…
Creature magiche e piene di entusiasmo. Come se ci fossimo conosciuti da sempre abbiamo condiviso emozioni diverse, colorato e costruito il libricino delle regole, siamo usciti in cortile a muoverci un po’ trascorrendo così una mattinata serena e gioiosa.
Il Covid ? “Una piccola pallina grigia e monella che fa arrabbiare tutti ma che non fa paura…”
Parole del piccolo Stefano. Io maestra Vera e la collega maestra Maria siamo felici: da oggi si parte per una nuova avventura e i sorrisi dei nostri nuovi piccoli alunni saranno la nostra forza e la nostra gioia.
(Scuola Primaria di Boschetto – classe I – Chivasso)

È stato come proseguire un discorso iniziato, come se alunni e insegnanti non si vedessero soltanto dal giorno prima. I bimbi con occhi sorridenti e le maestre con la pelle d’oca per l’emozione.
(Scuola primaria “Nigra” – classe IIIA – Ivrea)

La contentezza di ritrovarci ci brillava negli occhi sopra le mascherine.
Le nuove regole sono state accettate (per ora…) con filosofia.
Ci siamo accorti di quanto siamo fortunati nel poter stare di nuovo tutti insieme.
(Scuola primaria Marconi – classe IVC – Chivasso)

Li abbiamo trovati così, ognuno posizionato sul proprio quadratino rosso e, appena ci hanno visto, sono scoppiati in grida di gioia. E noi con pelle d’oca e tanta emozione.
Hanno dimostrato di accettare le regole senza esitazione, senza lamentele, dimostrando una maturità ben più grande di tanti adulti.
Unico piccolo rammarico, non potersi abbracciare, ma riassunto nelle parole di una bambina è diventato…
Se ci comportiamo bene e seguiamo le regole, torneremo ad abbracciarci!
(Scuola Primaria – classe V – Vistrorio)

La cosa più bella è stata condividere l’insonnia di questa notte!
L’emozione di rivederci ci ha tenuti svegli e, in qualche modo, ci ha connessi prima ancora dell’incrocio di sguardi di questa mattina.
Anche con la mascherina i nostri sorrisi erano incontenibili, gli occhi brillavano!
Siamo rientrati consapevoli dei cambiamenti ma più forte di tutto è la forza del gruppo!
(Scuola primaria – classe IVB – Banchette)

Le loro testoline e i loro sguardi che mi cercavano in mezzo a tutte le altre la ricorderò per sempre.
Felicissimi, educati, in fila con i loro documenti in mano.
Tornare in mezzo a loro mi riempe il cuore di gioia.
(Scuola primaria – Strambino)

Questa mattina tanto attesa, iniziata molto presto ancor prima che la sveglia suonasse…mi ha regalato moltissime emozioni…
Finalmente i bambini erano lì davanti ai miei occhi …qualcuno intimorito, altri desiderosi di varcare il cancello lasciando mamma o papà fuori…
Ho accolto la classe prima oggi e con loro ho iniziato un viaggio che già mi ha colmato di emozioni pure e fantastiche che ripaga tutte le ansie del momento.
Loro i veri protagonisti mi hanno già insegnato che con serenità e con l’innocenza dei bambini si supera ogni scoglio…e così sarà ogni giorno insieme a loro!!!
(Prima Strambino – classi prime)

Era ora, abbiamo riconquistato la nostra scuola e ridato un cuore pulsante con il ritorno dei nostri alunni.
Ecco la scuola che ci piace fatta di occhi sorridenti, di gesti inventati per sostituire gli abbracci impossibili e di vita vissuta oltre i divieti condivisi.
(Classi II – Primaria Montalto Dora)

Appena ho visto i loro volti e incrociati i nostri sguardi, ho capito che anche se è da febbraio che non ci vedevamo, l’emozione è stata uguale.
Sorrisi stampati, occhi spigliati e soprattutto non sono mancati i “mi sei mancata maestra”.
(Scuola dell’infanzia – Pavone Canavese)

Ero emozionata ed entusiasta di rivedere i miei cuccioli. È stata una mattinata senza tempo, come se nulla fosse successo. Tanta voglia di condividere esperienze meravigliosamente raccontate. Parola Covid/virus assente dal vocabolario dei bimbi. Una dose di energia e sinergia pazzesca.
(Scuola dell’infanzia Don Saudino – Lombardore)

Non ho dormito…
Che emozione rivederli…
Un fiume di parole e di entusiasmo…
(Scuola primaria “Marconi” – classe II B – Chivasso)

Tutti gli alunni hanno dimostrato grande responsabilità. Non è stato necessario ripetere le regole di comportamento, le hanno imparate e rispettate subito
Erano sereni e felici di rivedere maestre e amici. Quelli più preoccupati, come sempre, erano gli adulti. Oggi i bambini ci hanno insegnato una cosa importante: ogni problema va affrontato con serietà e una buona dose di serenità.
(Scuola Primaria Argentera, IC G. Gozzano, Rivarolo)

Finalmente tutto ha nuovamente avuto senso dopo mesi di disorientamento.
I bambini ci riportano ad un piano di realtà e di equilibrio.
È andato tutto bene come se fossero loro i veri esperti in questo contesto.
(Scuola infanzia – Samone)

Bello rivedere i loro sorrisi e soprattutto l’entusiasmo di incontrarsi tutti!
Tra le tante regole abbiamo condiviso la serenita del benestare insieme…
FINALMENTE !!
(Classe IV C Primaria Cuorgnè)