logo

  • -image
  • -image
  • -image
  • -image
  • -image
  • -image
  • -image
  • -image
  • -image
  • -image

Il libro è una mappa del mondo della rete e delle sue problematiche, indirizzato ai ragazzi, ai docenti e genitori anche non esperti, per costruire una cultura digitale - fatta di competenze digitali - che ci permettano di dominare la rete e non esserne dominati.

ORDINA IL LIBRO

Per ordinare il libro è sufficiente compilare il form nella pagina "ordina il libro" ed effettuare il versamento deducibile dal bonus docenti previa emissione fattura.
Il libro vi verrà inviato via mail nei formati scelti.
È possibile ordinare il libro nei formati "pdf" o "epub".

ORDINA IL LIBRO ->

DI CHE COSA PARLA

DI CHE COSA PARLA

Volume 1 – ottobre 2015
1 Diritti e diritti in rete spiegati ai ragazzi cittadini oggi e domani (da Bobbio a Rodotà)
2 I cattivi padroni della rete. Conosciamoli meglio
3 I giovani e il loro rapporto con la rete
Né infonauti né nativi digitali solo cittadini
4 La scuola e la rete. Opportunità, problemi e ruolo formativo
5 La rete, le TIC e la didattica. Le prospettive
Sfoglia l'indice completo

Volume 1

Volume 1

Istruzioni per l’uso
1 Diritti e diritti in rete spiegati ai ragazzi: cittadini oggi e domani
(da Bobbio a Rodotà)
2 I cattivi padroni della rete. Conosciamoli meglio
3 I giovani e il loro rapporto con la rete. Né infonauti né nativi digitali solo cittadini
4 La scuola e la rete. Opportunità, problemi e ruolo formativo
5 La rete, le TIC e la didattica. Le prospettive

Volume 2

5 La rete, le TIC e la didattica.
I problemi
6 I problemi della rete da risolvere
7 Chi sono gli hacker? Buoni, cattivi, sociali? Gli hacker di Stato.
8 I buoni esempi e le cose utili
9 La rete e le TIC possono renderci cittadini migliori e aiutare
la democrazia?
10 è possibile un altro mondo, un’altra economia, un’altra rete?

Le tesi del libro: che cosa vuole dimostrare?

Questo testo, suddiviso in 2 volumi, che usciranno a pochi mesi di distanza, e 11 capitoli ha una struttura modulare.

Attraverso l’esplorazione dei molti temi che il mondo della rete propone si vogliono però dimostrare alcune tesi ben chiare:

1. Le competenze digitali sono oggi fondamentali competenze di cittadinanza e quindi competenze chiave. Sulla conoscenza del mondo digitale si gioca molta parte dei nostri diritti e delle nostre libertà.

2. Il problema centrale non è mai stato alfabetizzare, imparare a programmare o le competenze tecniche, ma la formazione di competenze digitali come cammino verso la cultura digitale, oggi indispensabile.

3. La cultura digitale deriva da competenze che si formano facendo esperienze significative insieme, tra ragazzi e con gli adulti. La consapevolezza non la si racconta. La si costruisce attraverso esperienze, errori, riflessioni.

4. La cultura digitale, come conoscenza e riflessione dei problemi del mondo della rete è quella che permette di essere consapevoli, di scegliere in modo critico, di dominare e non essere dominati.

5. Quello che sappiamo della rete e che della rete usiamo è molto meno di quello che la rete è come realtà, che spesso ci domina. Leggete per credere…

6. Il sistema economico che domina la rete (e quindi noi) è basato non sulla libera concorrenza e sull’economia di mercato, ma su monopoli, controllo del mercato e dei consumatori, sfruttamento del lavoro. Come all’epoca della rivoluzione industriale del 1700 e 1800.

7. Purtroppo il capitalismo non si rinnova, si ripete: dalla concorrenza e dallo sfruttamento del lavoro, al controllo del mercato e quindi allo sfruttamento anche degli utenti e dei consumatori. Sino alla colonizzazione degli utenti, in questo caso digitali. Storia vecchia.

8. Le possibili alternative sono, sul piano personale acquisire una cultura digitale critica, sul piano economico e sociale, cercare di fare scelte coerenti con altri modelli economici: un’altra economia e un’altra società. Che prenda anche esempio dalla rete.

9. Le etichette che si usano troppo spesso (“nativi digitali”) e i giudizi affrettati non ci aiutano a capire. Semplificano cose complesse. Ci aiutano studi seri, riflessioni ed esperienze. Meno teoria, meno opinioni e più ricerca.

Non è il momento di schierarsi ma di conoscere per capire B. Losito

Speriamo di darvi informazioni, di costruire conoscenza, di suscitare dubbi e riflessioni, di contribuire a una cultura ed a una cittadinanza digitale più critica, consapevole, matura!!!

Per chi è questo libro

Il libro è indirizzato come complessità e linguaggio a ragazzi e docenti interessati anche se non esperti.

O meglio ai ragazzi perché lo leggano anche i docenti e i genitori. E ci riflettano e lavorino insieme.

L’obiettivo è di essere il più possibile semplici e chiari, senza togliere link, citazioni, serietà al libro. Abbiate pazienza; per farci perdonare abbiamo letto decine di libri e decine di studi per voi e ve li raccontiamo ;-).

Perché questo libro

La rete è un mondo, una realtà molto complessa. Conosciamola di più per dominarla meglio.
I nativi digitali non esistono, ci sono fra voi ragazzi che hanno meno problemi con le TIC, ma non nascono “imparati”. Molti giovani sono “impacchettati”, comprano la rete e le TIC a scatola chiusa, spesso per moda.

Troviamo in giro:
• gli immigrati digitali, quelli, giovani o “vecchi”, che si sono fatti un lungo apprendistato e quindi una cultura fatta di esperienze e riflessioni su PC, cellulare, rete e tutte le tecnologie che sono venute dopo
• chi compra “impacchettato” internet e frequenta FB e poche stanze coi suoi simili, quelli che la pensano come lui
• gli irriducibili per il NO – “lo conosco poco, ma non mi piace”.

Occorre costruire una cultura della rete, nella scuola e nella società, che consideri la rete una fonte didattica, di nuovi linguaggi e di molte esperienze e riflessioni.

Dire che i docenti andrebbero formati è banale: ma non in vista di alfabetizzazione informatica o coding/programmazione di computer; argomenti che fanno parte del passato.

Non abbiamo bisogno di più programmatori, ma di migliori cittadini della rete.
La scuola, i docenti, gli adulti devono essere in grado di dare un senso critico a ciò che i ragazzi fanno con la rete rete, a fare esperienze significative insieme: a costruire una cultura digitale.

Suddivisione e suggerimenti tecnici

Il libro vuole essere una mappa della rete e delle TIC, delle loro varie realtà, delle potenzialità e dei problemi che suscitano discussioni, presenta quindi uno o più argomenti per capitolo ed è diviso in 11 capitoli e in 2 volumi, che saranno pubblicati a distanza di pochi mesi. Avendo una struttura modulare e non trattando un solo tema, potrebbe essere anche letto separando i capitoli che più interessano e approfondendo un tema.
Si acquista in profondità ma si perde il senso o meglio le tesi che il libro vuole dimostrare.

NNBB Poiché gli strumenti di lettura e i formati sono molto diversi suggeriamo al lettore di utilizzare le funzioni per ingrandire o rimpicciolire i caratteri (Kindle, Kobo…), lo spazio interlinea, il font o lo zoom di lettura per rendere più compatto e leggibile il testo “liquido” e articolato. Ogni lettore digitale ha le sue opzioni. Riducendo ad es. la grandezza del carattere si ha una pagina più compatta e leggibile. Per le immagini portate il cursore sopra e cliccate per ingrandire.

Come Ordinare

Per i non associati a Gessetti Colorati: 12 euro (pagandone 15 si ha diritto a ricevere anche il terzo volume previsto per gennaio 2017)
Per i soci: 10 euro (importo comprensivo del terzo volume previsto per gennaio 2017)

Verrà rilasciata regolare fattura, il cui importo potrà essere dedotto dal bonus per l'aggiornamento di 500 euro del 2016/2017

Per acquistare l'e-book e riceverlo all'indirizzo e-mail desiderato è sufficiente compilare il modulo sottostante (se si desidera ordinare tramite email basta inserire nel testo della mail i dati richiesti).

Chi ha già i volumi 1 e 2 e desidera solo il terzo potrà versare un contributo libero con le stesse modalità.

Chi non è docente potrà acquistare i primi 2 volumi e ordinare il terzo versando un contributo libero.

1– Compilate accuratamente il form
Versate il vostro contributo o sul conto corrente postale intestato all’ASSOCIAZIONE GESSETTI COLORATI – canton Gregorio 1 – ccp n. 1007386954 

2– tramite bonifico on-line utilizzando il seguente IBAN IT64L0760101000001007386954 o
3– in contanti durante un seminario o incontro compilando il modulo cartaceo che vi sarà consegnato.

Nella causale di versamento indicare: Acquisto vol. 1 e 2;Primi 2 volumi + prenotazione vol. 3 (Uscita prevista gennaio); solo vol 3.
Non appena avremo ricevuto il contributo provvederemo a inviarvi il materiale via mail.

ORDINA IL LIBRO




 
 

 
 


VOLUME 3 IL MONDO DELLA RETE SPIEGATO AI RAGAZZI COSA CONTIENE – COME ORDINARLO

LA RICERCA CONTINUA ED E’ USCITO IL VOL. 3 de Il mondo della rete spiegato ai ragazzi

Perché il volume 3.
Il libro – i volumi 1 e 2 – hanno avuto molto successo in tutta Italia. Molti ragazzi ci hanno lavorato a scuola ed io stesso ho lavorato con 12 classi dei tre ordini di studi. I libri sono stati presentati e accompagnati da incontri di formazione con i docenti e gli Animatori digitali nelle scuole, lavoro nelle classi, incontri coi genitori, seminari e convegni. In tutto ho discusso di queste tematiche con quasi 1000 persone a cui va il mio “grazie mille”.
Quest’anno gli incontri proseguono e sono anzi saliti da 15 a quasi 40 tra formazione, seminari, incontri in biblioteca, coi genitori, lavoro con altri ragazzi (12 classi).
Dopo il volume 1 e 2 che insieme hanno costituito una mappa della rete, dicono i lettori, chiara e completa, ho pensato di dover approfondire e rendere accessibili alcuni temi un po’ più complessi. Sempre in un’ottica di divulgazione.
Dopo essermi rivolto ai ragazzi, ho pensato che, per arrivare a loro, occorreva rivolgersi direttamente ai loro docenti e ai loro genitori.
Di qui nasce il volume 3 diviso in 2 parti:

1- Un approfondimento dei temi più forti, più caldi ed attuali, pensata per ragazzi grandi, adulti e docenti. Come già detto si scrive pensando al lettore.

2- Una serie di dossier nati dalle domande e dai problemi espressi dai genitori nei vari incontri e utili a loro, ai docenti, ai ragazzi che hanno partecipato attivamente.

INDICE SINTETICO
1 parte approfondimento

1. Vivere (anche) online
2- In che mo(n)do viviamo.
3- Non chiamateli nativi digitali! Ragazzi, web e Social network
4- Identità, relazioni, emozioni e sentimenti
(la sfera emotiva)
5-
Pensiero, web, conoscenza (la sfera cognitiva)
6- Il ruolo della scuola: cultura, complessità, collaborazione, mediazione

2 Parte Le domande dei genitori

a- Come cambia il rapporto genitori (educatori) e figli
b- FB per genitori. Mio figlio e i SNS + Boom e monopolio dei SNS
c –Bullismo e cyberbullismo, (e altri pericoli della rete: pedofilia, violenza e molestie)
d- Il wi-fi fa male? Lo smartphone SI
e – Domande e problemi:
+ I videogiochi

+ La rete al femminile
+ Ci portano via il lavoro?
+ Le bufale – bufalopoli
+ Fatti per non durare: mode e rifiuti

Cosa contiene il vol. 3 –  Per leggere l’indice ragionato

Per ordinarlo e sostenere il progetto

Incontrarsi con i lettori e gli utilizzatori dei libri è stato un banco di prova fondamentale: il completamento del lavoro di ricerca e divulgazione.
Ricordo infine che tutte le notizie relative ai volumi, agli incontri, ai materiali usati ed agli aggiornamenti sono raggiungibili dal sito www.reteragazzi.it che accompagna il progetto.

Gli incontri alla pagina www.gessetticolorati.it/reteragazzi/#filter=.incontri%3Anot(.pre-226),+.pre-226load

I materiali usati alla pag. www.gessetticolorati.it/reteragazzi/#filter=.blog%3Anot(.414),+.414load

La sitografia che sarà spesso aggiornata e generale.
www.gessetticolorati.it/reteragazzi/#filter=.blog%3Anot(.414),+.414load

Le recensioni e i pareri a pag. http://www.gessetticolorati.it/reteragazzi/#filter=.blog%3Anot(.257),+.257load

 

 

Close Post

Cosa ci ha insegnato Z. BAUMAN

E’ mancato lunedì Z. Bauman, diventato ormai uno dei saggi della nostra epoca, forse suo malgrado.

Bauman fra i vari esperti, compresi quelli (40 ca) consultati per scrivere il 3 volume de libro Il mondo della rete spiegato ai ragazzi cittadini di oggi e di domani, è stato quello che ci ha fornito il quadro generale, l’analisi del mondo in cui viviamo per effetto della globalizzazione che sta rendendo:

  • Il mondo, i rapporti, i valori le istituzioni, una realtà liquida, debole.
  • Che ci sta trasformando, specie attraverso la rete e l’uso che ne fanno i suoi padroni, da cittadini e persone in consumatori.
  • Che cercano un rifugio, un luogo confortevole, mai conflittuale, nella rete e nei suoi ambienti artefatti costruiti per piacerci e farci stare li.Questo processo non è colpa della rete e delle tecnologie, ma dell’uso che chi la domina decide di fare di questo ambiente.

Il cap 2. del vol. 3 del progetto Il mondo della rete spiegato ai ragazzi cittadini di oggi e di domani, è dedicato ad esplorare l’opera di Bauman.

Chi è interessato ad una presentazione completa, ma divulgativa del suo pensiero può iniziare qui e poi scaricare la bozza del cap. 2 gratuitamente.
SCARICA Introduzione
SCARICA CAPITOLO 2 su Bauman
Buona lettura

 

Close Post

RECENSIONI DI ESPERTI ESTERNI E DOCENTI

Alcuni recensori esperti e docenti stanno sostenendo e recensendo il libro…

Eleonora Panto’ sul sito di Dschola  LEGGI

Stefano Penge
Ha presentato sul suo sito il libro
“Segnalo due ebook preziosi per spiegare Internet e il digitale in un linguaggio accessibile a tutti, ma in particolare dedicato ai ragazzi. Con l’obiettivo di fornire strumenti per un critica digitale, che non significa abbandono né rifiuto. Due testi che nascono digitali (Epub) ma che si nutrono di incontri fisici con gli studenti; che parlano di diritti di cittadinanza digitale ma tradotti in pratica. Non sarebbe male se li leggessero anche i docenti e i genitori. La prossima edizione magari si potrebbe chiamere “il mondo della rete spiegato (d)ai ragazzi”
PS In materiali abbiano pubblicato una sua riflessione di approfondimento su Open, free, gratuità etc..e una sua recensione sul sito PNSD

Chiara Foa
ho approfittato della vacanza per dedicarmi (finalmente) alla lettura del secondo volume del tuo libro. Voglio proprio ringraziarti di cuore. E’ stata una lettura interessante e coinvolgente: la tua è una ricerca molto ricca per giunta resa facile al lettore perché, nonostante i contenuti approfonditi di un saggio, è chiara e schematica. Sicuramente può essere sfruttata secondo diversi livelli di consultazione e approfondimento (e questo può essere un vantaggio: la possono usare dall’allievo più pigro, all’insegnante con poco tempo a disposizione così come chi invece ha voglia o modo di far sua la ricerca, ragazzo o adulto che sia)
Nel testo ho trovato moltissimi stimoli ed aperture, tanto che certe parti le ho volute leggere a voce alta al resto della famiglia.
Ho apprezzato particolarmente l’analisi della democrazia/internet/costituzione e ho letto volentieri la spiegazione del testo di Rodotà che non conoscevo (ma che ora leggerò). Molto bella la parte con i dati sul reale accesso alla rete e le riflessioni su cosa potrebbe accadere anche all’interno delle scuole. Vicina a me in particolare ho sentito la riflessione storica sul capitalismo che ci vuole consumatori e che non si rinnova ma si ripete…
E poi volevo anche ringraziarti per il finale positivo del volume, quello che comunque lascia intravedere fiducia nel potere dell’iniziativa, dell’azione e dell’impegno; mi ha dato energia condividere l’idea dell’esistenza di uno spazio per la costruzione collettiva di una società migliore e realmente democratica.
Non smettere, per favore!

Docente/genitore Brusasco
Grazie professore,
il suo intervento è stato veramente costruttivo sia per il mio ruolo professionale da insegnante che come genitore.

Genitore IC King
Grazie prof. Marchisio per il suo prezioso lavoro. Consultero’ il libro insieme a mio figlio. Cordiali saluti e buon lavoro!

Sul volume 3 – Prime recensioni
Angela Donna
, poetessa, scrittrice

  1. La prima cosa che voglio dirti è che sempre leggere ciò che descrivi così lucidamente e argutamente mi affascina (cap 1).
  2. Non è facile trovare raggruppate in un unico “luogo” agevolmente raggiungibile le informazioni, la presentazione documentata degli aspetti positivi e quelli negativi della rete, i riferimenti sito-bibliografici, le problematiche legate alla cultura digitale esposte con rigore etico professionale e on evidente passione.
  3. Analogamente il testo si pone come “controinformazione” positiva rispetto al pressapochismo, al sensazionalismo, ai “si dice” della stampa che in questo settore creano molta falsa conoscenza e alimentano spesso solo ansie e paure facendo leva sull’impatto emotivo delle notizie negative.
  4. Importantissimo per i genitori /adulti la chiarificazione sull’equivoco dei “nativi digitali” con un linguaggio adatto Es “Il ragazzo che non usava la rete” è un’introduzione di effetto molto forte che invita a continuare la lettura!
  5. Parte genitori: ho letto con molto piacere le tue parti per i genitori e ti dirò che è “praticamente perfetta” (da Mary Poppins) 😉

Chiara Foa docente

Ho letto il volume 3 e come sempre mi sono emozionata. Alla fine l’ho letto tutto, anche se avrei voluto prendermi più tempo per gustarmelo con la giusta lentezza (ma lo riprenderò in mano certamente, così come ne farò volentieri parola con chi conosco perché credo che valga la pena leggerlo).
L’ho letto tutto perché l’ho trovato interessante, un fiume di argomenti, di argomentazioni, di dati ed interpretazioni veramente preziosissimo cui attingere. I testi che hai letto e racconti sono veramente interessanti- tutti. Alcuni mi hanno incuriosita tanto e sono già pronta a leggerli integralmente. Inoltre ne conoscevo proprio pochi e così sono felice di aver fatto questo incontro più che bibliografico (perché mi sono già potuta gustare le loro tesi principali).
Ho trovato come sempre centrale il tuo punto di vista orientato a leggere la questione come nodo gordiano di cittadinanza e costituzione… Ho riso pensando alle tre leggi sul progresso scientifico di Adams: forse siamo fatti proprio così :-). Mi spaventa la ricaduta della rete che “vorrebbe dare al pubblico tutto ciò che vuole, senza sollevare mai problemi”: sì è una logica di mercato veramente inquietante.
Credo che nel libro ci sia una quantità di spunti di riflessione talmente gigante da poter nutrire docenti, lettori interessati, genitori, studenti (attraverso ovviamente la mediazione tua, nostra ecc) illimitatamente. Sicuramente come in tutto ci va poi impegno: la questione è talmente vasta da coprire ambiti distantissimi: cronaca, psicologia, didattica, medicina, sociologia, comunicazione…
Circa la parte per i genitori…posso dire che è ricca e credo utilissima.
Secondo me, un lavoro del genere, ci voleva proprio.
Gli effetti del libro
Turkle mi è piaciuta molto e vorrei leggere Alone Together. Ho sempre adorato Bauman, un interesse comune con Zagrebelsky ;-). A volta nel delirio di onnipotenza, ne leggo qualche pagina ai miei allievi di terza nella speranza di seminare un po’ d’interesse.
Goleman scrive semplice ed è comunque un buon divulgatore e così mi diverto a leggere le sue “intelligenze” e ogni tanto penso in particolare all’intelligenza emotiva soprattutto quando sono alla Bobbio e poi … mi dispero per la totale assenza della materia prima!
Google and Co sono mostri spaventosi che è impossibile persino concepire. Sanno tutto di tutti…e come c’è scritto nel volume, non cercano nemmeno di nasconderlo!!!
La domanda sulla democrazia è in effetti di scottante attualità, con tutto quello che sta capitando nel mondo; devo dire che gli attuali modelli di democrazia fanno tremare anche le mie sicurezze di fondo. Penso che sia impossibile prescindere dalla riflessione politica, in effetti. Nel libro è tutto delicatamente evidente ed è una “formula” che mi piace proprio. Certamente ne darò la massima diffusione del libro; penso sarebbe una bella cosa che tanti genitori ne acquistassero copia…


Angelo Pulpito
Molto interessante questo libro dalla valenza pedagogica che descrive con minuziosità il mondo della rete. Da leggere.

Giulio Sacchetti
E’ un libro interessante.

Daniela Maffei
Un lavoro che risponde in modo chiaro a tante domande che spesso rimangono sospese.

Mario Coviello
Il libro è ricco, vivace e accessibile.

Cristoforo Fissore
Ho seguito con interesse il tuo intervento la settimana scorsa a Grugliasco, ammiro il tuo lavoro e il tuo impegno. Grazie per il libro.

Barbara Bosetti
Aspetto fiduciosa il secondo ! Il primo, tra l’altro è davvero molto interessante e ricco di spunti di riflessione per i ragazzi.

Laura Borsi
Perfetto grazie mille , mi metto all’ opera!

Amerigo Pagotto
Il primo e’ ricco di spunti interessanti. Un buon lavoro. Grazie!

Salvatore Iozzo

Dalle anteprime del tuo libro ritengo che sarà utilissimo

Lavoro con i miei ragazzi in una cl@sse2.0 e ho ritrovato in quello che ho letto l’organizzazione ottimale di ciò che insegno
Confermo la mia valutazione in riferimento al primo volume. Validissimi concetti e molti spunti su cui discutere e crescere.

Paola Cena
Grazie a te per il tuo prezioso lavoro. Cercherò di farne buon uso.

Marisa Notarnicola
Mi è  sembrato un utile contributo all’educazione alla cittadinanza tramite le Tic sia per la pregnanza dei contenuti che per la leggibilità espositiva.

Daniela Gusmatti
Due libri che offrono interessanti spunti di riflessione per adulti e ragazzi. Cercherò di farne buon uso!

Annalisa della Portella
Arrivato, gradito ancora di più del primo. Ti invierò come promesso le osservazioni dei miei ragazzi. Non so se riusciremo a leggere anche il secondo volume quest’anno, ma non perderò l’occasione l’anno prossimo. Abbiamo costruito una netiquette di classe sull’uso responsabile della rete in 28 classi su 49.

Maurizio Mazzoneschi
C’è bisogno di persone che raccontino le cose con spirito critico

Tina Carpenito
GRAZIE!!!!!!!!

 

 

 

 

 

 


 

 

Close Post

La necessità della cultura digitale: non di solo coding – PUBBLICAZIONE MATERIALI SEMINARIO IVREA + TORINO

L’Associazione Gessetti colorati, nell’ambito delle proprie iniziative di formazione, organizza

giovedì 29 Settembre h 17 – 19,30 a PAVONE Canavese – Sala S. Marta
venerdi 30 settembre h 9,30 – 12, 30 A Torino c/o CESEDI Area metropolitana Torino, via Gaudenzio Ferrari 1

2 incontri aperto:

La necessità della cultura digitale: non di solo coding

Un confronto critico (ma non polemico) sul digitale, sul ruolo del coding e sul PNSD.
Si parlerà tra l’altro di:
– Necessità della cultura digitale per la formazione della cittadinanza: non di  solo coding (R. Marchisio).
– Dietro il coding. Significato, storia, usi possibili e poco immaginabili (S.Penge)
– La paura dell’algoritmo. Coding, gadgeting e formazione docenti (E. Pantò)
Discuteranno con noi i relatori:
Rodolfo Marchisio
– ex insegnante – formatore e autore, collabora con Istoreto su temi di Cittadinanza digitale
Eleonora Pantò – ricercatrice presso CSP – Innovazione nelle ICT, Direttrice Associazione Dschola (solo Ivrea)
Stefano Penge – esperto di software e piattaforme per la didattica, docente presso Università La Sapienza di Roma

Nota: per partecipare è necessario inviare una mail a:
IVREA   info@gessetticolorati.it
TORINO mariagrazia.pacifico@cittametropolitana.torino.it
indicando cognome, nome, sede di servizio, numero telefonico per eventuali comunicazioni da parte degli organizzatori.
Per informazioni: info@gessetticolorati.it o marchisi@inrete.it
Verrà rilasciato attestato utile                             La Segreteria Associazione Gessetti Colorati.

ALLEGATI:
1- programma IVREA
2- programa TORINO

INTERVENTI E MATERIALI SEMINARIO IVREA E GRUPPO DI LAVORO TORINO –  da Scaricare
1- R. Marchisio, Esame critico della normativa: non di solo codingscarica
Necessità della cultura digitale scarica
2- S. Penge, Dietro il coding – presentazione scarica
Dietro il coding – instant e-book Creative Commons BY- SA scarica
3- E. Pantò, La paura dell’algoritmo, coding, gadgeting e formazione  vedi e scarica

 

 

 

 

Close Post

MATERIALI INCONTRI – SCHEDE ARTICOLI E LINK DI AGGIORNAMENTO ED APPROFONDIMENTO

Periodicamente pubblicheremo Materiali: articoli e documenti di approfondimento, schede – ad es le FAQ DEI GENITORI pericolo Wi-Fi, Cyberbullismo, Digital divide in famiglia … e link ad articoli interessanti. I lettori saranno avvisati attraverso la Mlist.
Cominciamo con un doppio articolo:

a- Sintesi lettura legge 107/15 e Piano Nazionale Scuola digitale parti relative a coding e pensiero computazionale di Rodolfo Marchisio
b- Lettura critica: non di solo coding…
a cura di Rodolfo Marchisio
LEGGI
c- Una riflessione completa e articolata sul coding,
di Stefano Penge
scritta da chi di programmazione di piattaforme e software didattico se ne intende. Molto  LEGGI

Per approfondire alcuni articoli recenti
1- Le ragioni dell’educazione 3.0, E. Panto, CSP e Dschola
Il rapporto fra media ed educazione, giornalismo e pensiero critico è cruciale per la realizzazione dell’Agenda Digitale europea, per questo servono veri investimenti nell’alfabetizzazione digitale e nella produzione dei contenuti, perché le competenze tecniche non sono sufficienti. LEGGI

2- Animatore digitale? Il rischio è che diventi il “tuttologo digitale”, E. Panto, CSP e Dschola
Sono circa 8303 i docenti scelti per organizzare attività tecnologiche e metodologiche, al fine di promuovere una cultura digitale condivisa. Ad ogni scuola saranno assegnati 1000 euro per realizzare progetti digitali in tre ambiti: strumenti, contenuti e formazione. LEGGI

3- Apertura formazione AD Piemonte. Video delle relazioni VEDI

4- Piano scuola digitale: azioni di cura per la digifobia. G. Corsaro Insegnante, Insegnanti 2.0
Fra le azioni cosiddette “di accompagnamento” c’è attenzione al tema della formazione digitale dei docenti, ad esempio con l’istituzione della figura dell’animatore digitale per ogni scuola. Un pool di “buone intenzioni”, strategicamente ben ideate che fanno capire quanto centrale venga considerata la questione all’interno del PNSD
LEGGI

5- Piano nazionale scuola digitale Scarica.

6- Una recensione critica del sito PNSD del MIUR di Stefano Penge. LEGGI  

7- Un po’ di chiarezza su FLOSS: open source, Free, pubblico dominio, licenze Creative Commons…di Stefano Penge – il testo è sotto licenza Creative Commons 4.0 BY SA SCARICA

8- A proposito di scratch di Stefano Penge. Una lucidissima analisi sull’uso di scratch nella scuola fatta di chi di programmazione se ne intende. MOLTO. LEGGI

9- Pillole di informazione digitale. Una rivista da tenere d’occhio. a cura di Maurizio Mazzoneschi  VAI

10 – Coding: la resa dei conti di Stefano Penge Imperdibile analisi sul coding LEGGI

11- Usare il coding per simulare di Stefano Penge LEGGI

INTERVENTI E MATERIALI SEMINARIO IVREA E GRUPPO DI LAVORO TORINO –  MATERIALI a Pagina
1- R. Marchisio, Esame critico della normativa: non di solo coding
Necessità della cultura digitale
2- S. Penge, Dietro il coding – presentazione
Dietro il coding – instant e-book Creative Commons BY- SA
3- E. Pantò, La paura dell’algoritmo, coding, gadgeting e formazione

12 – Incontro docenti IC King di Torino, 7 /11
LEGGI SCHEDA
LEGGI PRESENTAZIONE

13 –  Incontro genitori IC King di Torino lun 14/11
LEGGI PRESENTAZIONE
SCHEDA CONSIGLI GENITORI
GARANTE PRIVACY sui SN

14 – Corso CESEDI 1 incontro 17/11
LEGGI SCHEDA BUONA SCUOLA E PNSD
PRESENTAZIONE NECESSITA’ DI UNA CULTURA DIGITALE

15- Corso CESEDI 2 incontro 24/11
LE TIC MODIFICANO IL NS MODO DI LEGGERE SCRIVERE PENSARE

16 – Incontro BIBLIOTECA LEVI 28/11
LOCANDINA
LEGGI PRESENTAZIONE
SCHEDA CONSIGLI GENITORI
GARANTE PRIVACY sui SN

14 -Incontro docenti SMS Perotti TO 5/12
LEGGI SCHEDA BUONA SCUOLA E PNSD
PRESENTAZIONE NECESSITA’ DI UNA CULTURA DIGITALE

15 – Incontri docenti IC Azeglio 16/12
LEGGI SCHEDA BUONA SCUOLA E PNSD
PRESENTAZIONE NECESSITA’ DI UNA CULTURA DIGITALE

16 – Incontri docenti e genitori IC Brusasco
MATERIALI DOCENTI PNSD LEGGI SCHEDA BUONA SCUOLA E PNSD
PRESENTAZIONE NECESSITA’ DI UNA CULTURA DIGITALE
MATERIALI GENITORI
LEGGI PRESENTAZIONE
SCHEDA CONSIGLI GENITORI
GARANTE PRIVACY sui SN

17- Incontro Docenti IC S. Damiano
LEGGI SCHEDA BUONA SCUOLA E PNSD
PRESENTAZIONE NECESSITA’ DI UNA CULTURA DIGITALE

 

VIDEO
1- Video momondo test DNA razzismo VEDI
2- Stupendo spot belga INFORMAZIONI in RETE VEDI
3- Codex vs volumen LIBRO come TECNOLOGIA VEDI
4- Book Video sul LIBRO VEDI
5- Pariser TED VIVERE in una BOLLA VEDI
6- TEMPI MODERNI Catena di montaggio e sfruttamento del lavoro  VEDI

MATERIALI PRODOTTI DAI RAGAZZI.
1- Come cambia la lingua 1 SMS Viotti SCARICA
2- Riflessioni sulla lingua SMS BOBBIO SCARICA

 

 

 

 

Close Post

IL MODELLO SILICON VALLEY NON FUNZIONA PIU’

Il modello Silicon Valley non funziona più. Parte la protesta dei lavoratori. Per approfondire clicca QUI

 

Close Post

E’ USCITO IL 2^ VOLUME DI IL MONDO DELLA RETE SPIEGATO AI RAGAZZI -Incontri sulle tematiche

E’ USCITO IL 2^ VOLUME DE IL MONDO DELLA RETE SPIEGATO AI RAGAZZI CITTADINI DI OGGI E DI DOMANI

Il volume sarà inviato nei prossimi giorni a tutti quelli che l’avevano già prenotato versando almeno 8 euro (5 se soci Ass. Gessetti colorati), SENZA BISOGNO DI CHIEDERLO DI NUOVO.

Chi invece fosse interessato ai 2 volumi li può richiedere in formato pdf, epub, mobi, compilando la scheda alla pagina ORDINA IL LIBRO.

Intanto comunichiamo alla comunità dei nostri lettori l’interesse che il libro e le sue tematiche hanno suscitato in tutti quelli che ci sono venuti in contatto. Enti colleghi e operatori culturali.
In particolare l’interesse, l’apprezzamento generale che è stato manifestato dai 400 docenti e Animatori digitali di tutto il Piemonte, cui sono state illustrate alcune tesi del libro il 18/2 c/o Majorana di Grugliasco, per l’apertura della loro formazione, affidata a una rete di scuole coordinata da Dschola.

E le numerose iniziative con scuole, classi, Docenti e genìitori, Enti già attuatate o in corso di definizione

 

Close Post

CATTIVI PADRONI DELLA RETE

Dopo un assalto al college USA costato 15 morti il giudice ordina di aprire l’Iphone dell’omicida…ma la Apple si rifiuta. Per lei sono più importanti i segreti del suo telefonino che 15 vite umane.

Il cartello dei padroni della rete è solidale con Apple rifiuta assistenza tecnica

Contano più i loro affari del giudice, della giustizia, delle 15 vittime. E’ questo che dobbiamo insegnare i nostri ragazzi.

Cattivi padroni della rete

 

Close Post

FORMAZIONE ANIMATORI DIGITALI PIEMONTE Approfondimenti.

Giornata di apertura della formazione degli Animatori Digitali che in Piemonte è affidata a un consorzio di cui fa parte Dschola…

In Piemonte il bando per la Formazione degli Animatori Digitali è stato vinto da una rete di scuole cui partecipano attivamente l’Associazione Dschola (anche l’associazione Gessetti Colorati ne fa parte), CSGI ed  altri Enti
Le attività formative rivolte agli animatori digitali saranno integrati da Work Shop e seminari liberi e aperti a tutti

Il 18 febbraio (ore 14,30), presso l’ITI  Majorana di Grugliasco si svolgerà il seminario di apertura e di presentazione delle attività formative.
Clicca qui per il programma e per sapere come fare per partecipare.

Per seguire la registrazione del pomeriggio dal profilo FB Animatori digitali Piemonte clicca QUI

Leggi l’articolo di chiarimento e approfondimento di E. Pantò su Forum PA QUI

I corsi saranno integrati da iniziative locali e contestualizzate.
Nell’eporediese sono in programma due incontri per AD e insegnanti interessati al tema dell’uso didattico delle tecnologie:
31 marzo ore 17/19 a Ivrea (scuola primaria Massimo D’Azeglio) – incontro con prof. Rodolfo Marchisio
20 aprile ore 17/19  a Strambino (scuola primaria) – incontro con prof. Marco Guastavigna

 

 

 

Close Post

IL GARANTE PER LA PRIVACY SULL’USO ATTENTO DELLE APP

Il Garante delle privacy interviene per un uso più attento e meno pericoloso della app

Per leggere clicca QUI

 

Close Post

SOCIAL NETWORK CONSIGLI SUGLI EFFETTI COLLATERALI

SCARICA IL LIBRETTO SUGLI EFFETTI COLLATERALI DEI SOCIAL NETWORK PUBBLICATO DAL GARANTE DELLA PRIVACY

Per scaricare la versione in pdf clicca QUI

 

Close Post

Load more posts...

PROSSIMI INCONTRI IN CORSO DI ORGANIZZAZIONE per il 2016-17

Sono stati realizzati, durante il 2016 i seguenti incontri:

  • Incontro con docenti, genitori e ragazzi SMS Bobbio e Viotti di To, 14/12/2015
  • Breve intervento al CESEDI con E. Pantò e M. Alovisio sulle tematiche del libro 3 Febbraio 2015
  • Seminario di presentazione Formazione Animatori Digitali 18 di Febbraio h 14,30 presso l’ITIS Majorana di Grugliasco TO
  • Lavoro con Cons. di Circoscrizione dei ragazzi circ. VI To – Giovedì 17 marzo h 10.30 c/o circ. 6.
  • Corso Animatori digitali Ivrea giovedì 31 marzo h 17,00
  • Asti ragazzi IIS Castiglione su Storia di un e-book, 15 aprile
  • 2 incontri con le classi circ VI LIBERInBARRIERA (SMS L da Vinci, Chiara, IC Cena- SMS Martiri)  – Dialogo tra un libro e un e-book 20/21 aprile
  • Favria + Forno 26 aprile  incontro coi docenti di 3 scuole

a s 2016/17

  • Incontro formazione IC Tommaseo 8 settembre, 9 – 13
  • Incontro docenti IC Tommaseo (9 gennaio 15-17), lavoro con le classi  (9 classi), Febbraio + Marzo
  • Restituzione genitori IC Tommaseo 6/4, 17,30 – 19
  • Seminario Cultura digitale: non di solo coding (Ivrea + Torino) –  29, 30 settembre realizzato – scarica materiali
  • CESEDI corso formazione Il mondo della rete spiegato a ragazzi e docenti – 2 inc a novembre Gio 17/11 h 15,30 – 17,30  – Gio 24/11 h 15,30 – 17,30
  • Incontro docenti IC King di Torino, 7 /11 h 17,00 – 19,00
  • Incontro genitori IC King di Torino lun 14/11 h 17,00 – 19,00
  • Incontro in biblioteca – Don Milani di Torino, per genitori e docenti lunedì 28/11 h 17 – 19
  • Incontro docenti SMS  Perotti giovedì 15/12/2016 h 15,00
  • Incontro coi docenti IC Azeglio Venerdì 16/12 h 17 – 19,00
  • Seminario con Maragliano, 24/ gennaio 17 – 19,30
  • Borgofranco Ivrea  febbario  h 17,00 – 19,00.
  • Brusasco Docenti  20 febbraio h 17 – 19,00
  • Brusasco Genitori   27 febbraio 17 – 19,00
  • S. Damiano Docenti 3 aprile 17,15 – 19,00
  • Ivrea lavoro nelle classi 5 giugno
  • Lavoro con Cons. di Circoscrizione dei ragazzi circ. VI To – febbraio c/o circ. 6 Dialogo tra un libro e un e-book
  • Favria incontro docenti e AD Autunno
  • Incontri con le classi circ VI LIBERInBARRIERA
  • Incontro coi docenti dell’IC Cena TO. Da confermare
  • Incontri in biblioteca – da definire
  • Torino docenti – da definire
  • Torino allievi superiori – da definire  NNBB – I  MATERIALI USATI SONO PUBBLICATI E SCARICABILI A QUESTA PAGINA

 

Close Post

RISULTATI PRIMO INCONTRO COI GENITORI SMS BOBBIO E VIOTTI

…in VIa Ancina 15 Aula magna SMS Bobbio, lunedì 14/12 ore 16,45 – 18,45  si è svolto il primo incontro con genitori, docenti, ragazzi per discutere dei temi del libro.

L’incontro si è svolto con buona partecipazione di genitori, docenti e qualche ragazzo.

Il dibattito è stato vivo e interessante, con molte domande da parte dei genitori e dei ragazzi e si è deciso di ripetere l’iniziativa a febbraio dopo l’uscita del vol 2 del libro.

Le domande hanno suggerito anche a me l’idea di preparare una scheda di FAQ (domande più frequenti dei genitori) da allegare al volume 2 e pubblicare qui.

 

Close Post